nessun titolo

In leggerissima controtendenza – 2

Ho provato su vari terreni, con diverse condizioni e soprattutto con differenti stili di guida.

I primi riscontri sui consumi mostrano sostanzialmente due cose:

1) scegliere automobile è importantissimo; determinante per consumare meno da subito; tuttavia…

2) tra un’auto da
130g/km e una 150g/km potrebbe esserci poca o nessuna differenza se non controllate lo stile di guida. Quindi si torna a scuola QUI.

nessun titolo

Commento al post sul doping di Spaesato

Non voglio sembrare troppo serio, né qualunquista.
Ma.
Chi più chi meno, sono tutti dopati.
E mi piace poco chi ci fa su del "moralismo con stupore", come se chi si pompa fosse un eroinomane.

Chi non si pompa resta fuori, perché purtroppo quel 10% che ti dà in più la chimica è un’enormità (se poi è il 5% o il 20% fa lo stesso, visti i distacchi tra gli atleti).

Così credo che chi vince sia comunque spesso il migliore.

Mi restano due dubbi su quello che ho appena detto:

1) non si capisce allora perché si pòmpino anche e soprattutto gli amatori;

2) è comunque assurda una cultura che ti porta – tramite lo sport – a distruggere il corpo invece che a migliorarlo.

I due dubbi contrastano pure tra loro se incrociati con la seguente considerazione:

E’ lo sport agonistico ad essere malato (anche senza doping).

La regola dell’agonismo è che devi dare IL MASSIMO.
In tutti i sensi. Usando quello che hai a disposizione. Senza autolimitarti.
L’antidoping, così come un guardalinee, o un giudice di gara, sono dei vincoli ESTERNI.
E il riferimento obbligatorio non è "ciò che è giusto, leale" ma "ciò che fanno tutti gli altri".

Sarebbe bello che, oltre alle tante statistiche che ci ricordano che facendo un po’ di moto si vive più a lungo, ci fossero ricerche mediche che ci mostrano cosa succede davvero – nei grandi numeri – agli sportivi professionisti quando arrivano a 50, 60 e 70 anni.

Ma la gente si spaventerebbe.
E manderebbe i figli al conservatorio invece che alla polisportiva.
(mostrando quindi di non conoscere nemmeno i conservatori;-)

nessun titolo

Partecipo anch’io all’appello

nessun titolo

Progetto LudoVico-Wolf Haus per la realizzazione di strutture scolastiche e ricreative eco-compatibili


LudoVico progetta e realizza allestimenti per spazi educativi, ludici e ricreativi per bambini in età compresa, prevalentemente, da zero a sei anni.

Wolf Haus, azienda del gruppo Wolf System, realizza strutture abitative adottando materiali eco compatibili (prevalentemente legno) e le più avanzate tecniche di fabbricazione e posa.

nessun titolo

Tree Benefits Estimator

Un calcolatore per valutare quantitativamente l’impatto degli alberi sul fabbisogno energetico degli edifici (nonché il loro assorbimento di CO2).

nessun titolo

In leggerissima controtendenza

Da qualche settimana l’azienda in cui lavoro mi ha cambiato l’auto.

Sono passato da un’auto medio/grande – da 180 g di CO2 al km – ad una da 130g/km.

Due precisazioni: la richiesta è stata mia; il gasolio non lo pago io.

Tra qualche tempo tirerò le somme e vedremo se è servito a qualcosa (ossia se i dati sulla carta sono effettivi) oppure se è stato solo un "autocompiacimento".

Ma da qualcosa dovremo pur partire.