Sfide artificiose create da pessima organizzazione

Il titolo è preso pari pari dal primo libro di Dilbert (è la descrizione di una strategia motivazionale per i dipendenti delle corporation).

È un bel post quello di Luca e non dubito che ci siano individui che si sentirebbero persi in un paese “normale”.

L’agente Smith raccontava che Matrix era stata messa a punto sporca a cattiva perché lo spirito umano non si adattava a simulazioni paradisiache.

Però io concordo con Malvino.

Io mi sono già dato una risposta equipollente tempo fa, durante la mia transizione spirituale.

Dopo tanti anni posso solo confermare: non sento affatto la mancanza della minaccia di finire all’inferno.

Potrei tirare in ballo pure Canetti (“Disperazione degli eroi in seguito all’abolizione della morte”), ma vado a cena.

Però voglio anch’io un commento come questo, Bolero.

L’ennesima

Ieri sera sul TG1,
il nostro Silvione dichiara di essere
SeMPrE sTaTo aSSolTo coN FoRMuLa piEnA.

Sapevatelo!

(è meglio di quella dell’aranciata*)

E mentre in video passavano solo sue foto di repertorio, una nota scritta specificava che stavamo ascoltando le sue frasi dalla registrazione di un’intervista a RTL.

Che questa cosa abbia a che fare con le quote della par condicio?

(forse certe cose le noto solo io;
o forse è l’effetto che fa vedere il TG1 una volta ogni sei mesi)

* Questa però è ancora migliore.