Un problema di fisica

Oggi sono stato quasi investito da un carro funebre.

Nell’impatto mi avrebbe sicuramente ceduto
una frazione della sua quantità di morto.

Ma è vera questa storia di Copenhagen e del Marocco?

Le emissioni di CO2 della CO15 sono indicate in questi articoli in circa 41 mila tonnellate, un valore che corrisponde a quello delle stime ufficiali. Invece, le emissioni del Marocco nel 2006 sono state circa 45 milioni di tonnellate (si veda qui o qui) , ossia 1000 volte superiori a quelle del summit. Per rettificare la notizia, si potrebbe dire quindi che gli spostamenti aerei dei partecipanti al summit sono una frazione infinitesima di quelli che quotidianamente avvengono, e sono confrontabili ad esempio a quelli derivanti dai tifosi che seguono la propria squadra all’estero durante un turno della Coppa dei Campioni (circa 5000 persone hanno volato ad esempio per seguire la recente finale della Coppa Intercontinentale ad Abu Dhabi).

Da qui (da leggere tutto, per molti altri motivi).

Jevons e il paperless office

Nicola segnala un articolo interessante che delinea con precisione ciò che sappiamo da tempo: l’informatica non ha ridotto l’impiego di carta; al contrario, l’ha aumentato.

Io tuttavia devo osservare che, se escludo i documenti preparati espressamente per la stampa (tesi, brochure, istruzioni), da quando ho iniziato a usare i computer – ormai sono circa 24 anni – non ricordo di avere mai stampato qualcosa per leggerlo su carta.