Il malinteso

È terribile non essere capiti
Astutillo Smeriglia

Non si sente già, nel tono del dire, un partito preso: quel dire – credo di capirti – pieno di paterna comprensione contrapposto a – credi di capirmi – che inequivocabilmente rimanda a una «tua» illusione? Ed il fatto che la lingua tradisca già de sé una parzialità estrema, che con la coniugazione del verbo accusi nel cambio di persona un giudizio già dato, non dovrebbe scoraggiarci rispetto alla possibilità di una, anche solo quotidiana, uguaglianza nel capirsi? La situazione è tragica e ridicola al tempo stesso; se passiamo alle sfumature può persino aggravarsi.

Non mi hai voluto capire – sta per – Non hai fatto quanto era nelle tue possibilità per capirmi – ed è qualcosa di completamente altro da – Non ti ho voluto capire – che fa sentire che in qualche modo – L’ho fatto per il tuo bene di non capirti

Franco La Cecla, Il malinteso, Laterza, Bari 1997

Do you own your stuff?

It reminds me of something Bill Thompson suggested to me once, that (paraphrasing) the idea that we ‘own’ the technology we use might well turn out to be a short phase in overall human history. That could perhaps be ‘good’ in contexts where sharing/renting/pooling things allows much greater efficiency and brings benefits for users. Nevertheless, as the repossession example (and DRM, etc, in general) show, the tendency in practice is often to use these methods to exert increasing dominance over users, erode assumed rights, and extract more value from people who no longer have control of the things they use.

(***)

Come si fa a suicidarsi a 95 anni? Te lo dico io

Pensare che a Monicelli sia mancato qualcosa:
una consolazione, un conforto, un coraggio.

Che enorme mancanza di rispetto.

Tra l’altro, come non pensare che proprio certe pelosa carità potrebbero averlo spinto all’atto finché sapeva di poterlo fare da solo? Semplicemente, di poterlo fare?

Mi torna in mente la fine di Zénon ne L’Œuvre au noir.

Su sé stesso, sul proprio corpo e sulla propria mente, l’individuo è sovrano.