La spigolatura dei rifiuti

Se in questi giorni d’agosto avete poco tempo per leggere,
un ottimo rapporto tra rendimento e costo lo avrete da questo post.

Un [micro]saggio su rifiuti (et al.) tra i migliori che io abbia mai letto.

I rifiuti campani in Germania? Riciclati.

Aandre mi manda due link, che riportano questa Ansa:

BERLINO, 21 MAG – I rifiuti campani già smaltiti in Sassonia non sono stati bruciati nei termovalorizzatori tedeschi, ma sono stati riciclati per ricavarne materie prime secondarie e composti organici che verranno venduti all´industria. Il percorso dell´immondizia italiana in Germania lo ha spiegato all´ANSA una portavoce del Ministero dell´Ambiente della Sassonia, sottolineando che niente è finito in discarica.«Questi rifiuti non sono stati bruciati» negli inceneritori, ha detto la portavoce. Anzitutto, ha spiegato sono stati separati i rifiuti organici da quelli solidi, che diventeranno poi materie prime secondarie (plastica, metallo, etc.). Il resto, «una parte minore – ha proseguito – è stato trattato in un impianto meccanico-biologico e verrà venduto alle industrie», le quali bruciano questo materiale trasformandolo così in energia. Ma il grosso dei rifiuti campani diventa materia prima secondaria. E l´Italia, oltre a fornire l´immondizia, svolge anche un ruolo importante nella fase successiva del percorso di quest´ultima. Il Paese, infatti, è al terzo posto, con 2,01 milioni di tonnellate, della graduatoria degli acquirenti di materie prime secondarie.

(ANSA) CB21-MAG-08 17:09 NNN

Riciclati in Germania i rifiuti campani

La Sassonia non getta negli inceneritori i rifiuti campani

Visto che si tratta di due siti di parte, ho voluto verificare la fonte.

La notizia non l’ho più trovata, ma posso comunque segnalare:

RIFIUTI: GERMANIA HA SCOPERTO COME TRAMUTARLI IN ORO / ANSA

(…) l’Italia, che figura al quarto posto dopo Olanda, Francia e Austria con 1,3 milioni di tonnellate nella lista dei fornitori di rifiuti all’industria tedesca del riciclaggio, compare poi al terzo posto, con 2,01 milioni di tonnellate, nella graduatoria degli acquirenti per le materie prime ottenute grazie al riciclaggio